FBpixel
Home » Bonus sociale LUCE e GAS

 

Bonus sociale LUCE e GAS

Società Elettrica - Bonus Energia

Bonus bollette 2023:

Il bonus sociale luce gas e non solo, è uno sconto in bolletta al fine di sostenere le famiglie in condizioni di disagio economico o fisico.

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2023

ISEE esteso a 15mila

Il limite ISEE per ottenere il bonus sociale bollette 2023 luce e gas è aumentato ed esteso fino a € 15.000.

Dal 1° gennaio 2023 è entrata in vigore la Legge di Bilancio 2023 che allarga la platea dei beneficiari del bonus sociale; in pratica, il Governo ha incrementato per i primi tre mesi del 2023 a 15.000 euro il tetto ISEE (in precedenza era di 12.000) per l’accesso ai bonus sociali LUCE e GAS dedicati alle famiglie più svantaggiate e con disagio economico.

BONUS SOCIALE BOLLETTE 2023: A CHI SPETTA?

Il bonus sociale LUCE e GAS, nel primo trimestre del 2023, spetta al cittadino o nucleo familiare che deve risultare in condizione di disagio economico. Riepilogando i vecchi e i nuovi requisiti, questo significa che bisogna avere i seguenti requisiti che presuppongono 2 possibili condizioni alternative:

CONDIZIONE 1: Requisiti

  • Appartenere a un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 15.000 euro
    (questa è la novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2023);

oppure:

  • Appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;

oppure:

  • Appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
    (il reddito di cittadinanza ha subito modifiche nell’ultimo Bilancio 2023)

CONDIZIONE 2: Requisiti

  • uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare intestatario di un contratto di fornitura LUCE o GAS naturale o idrica;

oppure:

  • uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve usufruire, in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare, di una fornitura condominiale (centralizzata) di gas naturale e/o idrica per uso civile e attiva.

Continua ad essere attivo il bonus elettrico per i clienti domestici in gravi condizioni di salute oppure per i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, che richiede l’utilizzo di *apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

*Le apparecchiature elettromedicali salvavita che danno diritto al bonus sono state individuate tramite un Decreto del Ministero della Salute del 13 gennaio 2011. In entrambi i casi di disagio fisico comprovato non vigono limiti legati all’ISEE.

Dal 1° gennaio 2021 (e anche per il 2022) i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda.

BONUS SOCIALE BOLLETTE 2023 ESTESO: COME FUNZIONA?

Seppur esteso in termini di ISEE a 15.000 euro, il bonus sociale elettrico luce, gas e acqua mantiene tutte le regole precedenti e continua ad essere riconosciuto in automatico dal 1° gennaio 2023 a tutti i cittadini o nuclei familiari che presentano annualmente una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per l’accesso ad una prestazione sociale agevolata e che risultano in condizione di disagio economico (quindi con ISEE sotto il tetto previsto a 15.000 euro).

Per attivare il riconoscimento dei bonus sociali, necessita presentare la DSU e ottenere l’attestazione di ISEE entro la soglia di accesso ai bonus, oppure risultare titolari di Reddito o Pensione di cittadinanza. Successivamente, lo sconto viene riconosciuto in automatico sulla bolletta (o tramite accredito a seconda dei casi).

Diversamente, l’accesso al bonus elettrico per disagio fisico è subordinato alla presentazione di un’apposita domanda.
Per queste categorie non serve infatti presentare una DSU per l’ISEE.
I soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza devono farne richiesta presso i Comuni o i CAF abilitati.

BONUS BOLLETTE LUCE E GAS RETROATTIVO

Si ricorda, inoltre, che i bonus sociali sono retroattivi. Chi non l’ha ricevuti perché ha ottenuto l’attestazione ISEE che ne dà diritto successivamente al trimestre di riferimento, può ottenere lo sconto nelle bollette dei trimestri successivi tramite compensazione.

Bonus bollette 2022:

Dal 1° gennaio 2021 (e anche per il 2022) i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda.

Come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157
Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano, necessita una tra le seguenti condizioni:

      1. Appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro
      2. Appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro
      3. Appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva.
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza.

Contact
Contact

Scarica la nuova App Elettrica!

App Società Elettrica su Google Play Store

App Società Elettrica su Apple App Store

Società Elettrica s.r.l.
Sede Legale: Via Camillo Rosalba, 47/I – 70124 Bari
Capitale Sociale = € 10.000 i.v.
Registro Imprese di Bari – REA = BA-621567
P.IVA = 08350180728   –   SDI: KRRH6B9

MAPPA ELETTRICA

Copyright 2023 © Società Elettrica s.r.l. 
CONTATTI  | PRIVACY  | COOKIE  |

Offerte Luce Gas Energia Green e Fotovoltaico per Privati, Case e Aziende e Imprese, Servizi Consulenza e Supporto.

Scopri Agevolazioni e Costi del Fotovoltaico 2023